Con la crescente diffusione di minacce digitali e con l’aumento della loro stessa pericolosità, avere una rete aziendale sicura è cruciale e per questo sono sempre di più le aziende che scelgono di tutelare processi e servizi con la sicurezza informatica.

Se però è ormai risaputo il valore della protezione da attacchi malware o da phishing e data breach, sono spesso minori gli investimenti nell’ambito della sicurezza delle reti aziendali. Tuttavia, come gli stessi esperti Cisco hanno sottolineato nel Cybersecurity Report 2020, attacchi alla rete come i DoS (Denial of Service) o DDoS (Distributed DoS) hanno un impatto negativo molto potente sull’operatività di un’azienda. Perdere il controllo della propria infrastruttura di rete anche solo per pochi minuti o ore può implicare non solo perdite di profitti, ma anche in credibilità e nel lungo termine dell’azienda. Già queste informazioni potrebbero bastare per decidere di investire nella protezionedella rete aziendale ma approfondiamo l’argomento.

1. Una rete ben progettata è una rete aziendale sicura

Architettare bene una rete aziendale significa non solo pensare alle minacce del presente ma anche a quelle del domani. Per questo nell’implementazione di una rete aziendale sicura sono da tenere conto i fattori della scalabilità, della ridondanza e della facilità di manutenzione. La scalabilità gioca un ruolo fondamentale dal momento che ogni azienda è, in situazione ottimale, portata a crescere e con la sua crescita aumenta anche la quantità e la gravità delle minacce a cui può essere esposta. Una rete scalabile è una rete che potrà rispondere facilmente alle problematiche che sorgono nelle espansioni.

In secondo luogo, va considerato il fattore della ridondanza nell’hardware aziendale, a protezione da guasti, intrusioni e perdite di dati. In altre parole, è importante che un’azienda non affidi tutti i propri dati e l’intera rete ad un singolo server quanto piuttosto ad un’infrastruttura.

Avere più server che si integrano e sovrappongono nei compiti permetterà di conservare sempre una copia dei dati e di non interrompere il lavoro nemmeno in situazioni particolarmente complesse. Infine, va tenuto conto della facilità di manutenzione, sviluppando una rete aziendale su più livelli che sia facilmente gestibile negli anni e che agevoli interventi di manutenzione senza implicare cambiamenti totali. Ciò permetterà di abbattere i costi nel tempo e assicurare longevità alle proprie infrastrutture 

Tenendo presente questi tre fattori sarà possibile poter fare affidamento su un alto fattore di protezione della rete aziendale, cosa che consentirà di lavorare con più serenità e al riparo da malintenzionati.

2. La sicurezza delle reti aziendali passa anche per la protezione dati

Non c’è Network Security senza una robusta politica di protezione dati aziendali e data leakage protection. 

Tra colleghi e con i clienti si condividono ogni giorno rilevanti quantità di dati, dai dati più riservati ai meno delicati, che meritano di essere preservati da brecce involontarie nel sistema e da malintenzionati esterni e/o interni.

La prima regola per una rete aziendale sicura in fatto di data loss prevention è conservare quotidianamente varie copie di back-up dell’intero sistema dati aziendali. La situazione ottimale è quella in cui l’azienda compie giornalmente un back-up dati su server esterni alla propria sede, fisici o in cloud, e almeno due back-up interni, possibilmente su dispositivi con caratteristiche tecnologiche differenti. 

Avere cura dei dati attraverso pratiche come questa significa allinearsi alle disposizioni del GDPR, tutelando non semplicemente il lavoro di un’impresa quanto i dati di tutte le persone che ruotano intorno ad essa. 

3. Anti-virus, anti-spam e firewall sono strumenti imprescindibili per la protezione della rete aziendale

Il report prodotto nel SANS Analyst Program nel 2017 ha stimato che almeno il 74% del totale degli attacchi alle reti aziendali avviene tramite allegati mail o link nella posta elettronica. Ciò significa che per prevenire la maggior parte delle intrusioni e furti di dati è necessario dotarsi di strumenti quali firewall, anti-virus e anti-spam.

Per la scelta di quali soluzioni siano ottimali per la propria impresa è utile valutare i rischi a cui si è esposti più frequentemente, oltre a valutare eventuali storici di attacchi virus o data leaks se già avvenuti. Nella protezione dei network aziendali i sistemi di tecnologia più recente sono spesso in grado di apprendere dai dati di utilizzo e di esposizione al rischio per ogni rete, definendo poi strategie su misura. Optare per soluzioni come queste permetterà dunque di essere sempre al passo con l’ultima frontiera della cyber-security.

4. Non rinunciare a doppia autenticazione e limitazione degli accessi

Per quanto spesso ripetuto dagli esperti, va ricordato che la sicurezza delle reti aziendali passa anche per semplici accorgimenti come la doppia autenticazione e sistemi per il controllo degli accessi.

Questi strumenti permettono infatti di assicurarsi protezione dagli attacchi di basso-medio livello che sono in assoluto tra i più frequenti e insidiosi. Con il banale furto di una chiave di accesso è infatti possibile accedere e copiare dati e manomettere le infrastrutture di rete o altri apparati, causando gravi danni e perdite di credibilità in un’azienda oltre che rendere necessari interventi anche molto costosi per ripristinare la rete.

5. Non sottovalutare la possibilità di incidenti e intrusioni fisiche

Nonostante le minacce più comuni alle reti aziendali siano a livello digitale, è bene non sottovalutare la possibilità di incidenti o di attacchi fisici da parte di malintenzionati. Se dunque un’azienda possiede dei server fisici sarà fondamentale ben progettare e manutenere anche gli spazi fisici in cui questi verranno posizionati.

Ancor prima di valutare intrusioni esterne sarà importante assicurare una copertura totale da incidenti come incendi, allagamenti e cortocircuiti. In secondo luogo, sistemi di videosorveglianza, limitazioni degli ingressi e soluzioni simili, saranno utili alleati contro l’introduzione di persone esterne e mantenere alto il livello di protezione della rete aziendale.

Tags:

Nessun commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    Non perdere nessuna novità, iscriviti!

    Condividi i nostri contenuti sui social:
    Scarica la tabella Euroclassi!Così potrai consultarla ogni volta che hai bisogno.